Bibliografia dei Romanzi di Francesco Mastriani

   «In tutto, in cinquant’anni di lavoro, mio padre ha dato alle stampe CENTOSETTE romanzi; DUECENTOSESSANTATRE tra novelle e racconti; DUECENTOQUARANTOTTO articoli diversi; QUARANTANOVE poesie, tra serie e giocose; QUARANTA tra commedie, drammi e farse e poi, conferenze, dissertazioni, discorsi funebri ed accademici ecc: totale circa NOVECENTO LAVORI».(1)

   Filippo, figlio di Francesco Mastriani ha annotato nel suo saggio, che il suo venerato genitore, nella sua lunga e spinosa carriera letteraria ha dato alle stampe oltre 900 lavori.

 Sembrava quasi impossibile stilare una bibliografia completa, o quanto meno attendibile, di Francesco Mastriani. E invece grazie ad una accurata ricerca, siamo riusciti a stilare una biografia ben superiore ai 900 lavori.

   Addirittura 1227 scritti, tra cui ci abbiamo inserito: sciarade, enigmi, indovinelli, epigrammi, rebus, aneddoti, sonetti enigmatici, stornelli, logogrifi. Ciò vuol dire che Mastriani, oltre ad essere un valido scrittore, giornalista, poeta, drammaturgo, era anche un bravo enigmista!

   Inoltre abbiamo inserito anche un buon numero di articoli intitolati: Amenità, Fatti diversi, Cronache. Avvisi, Corrispondenze.

   A compilare bibliografie su Francesco Mastriani, ci hanno provato in tanti; lo stesso narratore napoletano stilò un Elenco de’ miei romanzi, autografo, conservato presso la Sezione Lucchesi-Palli della Biblioteca Nazionale di Napoli, la datazione copre un arco che va dal 1848 al 1889.

   C’è poi quella del figlio Filippo, ricavata dal volume che egli scrisse in seguito alla morte del genitore, Cenni sulla vita e sugli scritti di Francesco Mastriani (2).

   Nel secolo successivo ci hanno provato Gina Algranati, Un romanziere popolare a Napoli. Francesco Mastriani (3). Atanasio Mozzillo, La dorata menzogna. Società popolare a Napoli tra Settecento e Ottocento. (4) Antonio Di Filippo, Lo scacco e la ragione. Gruppi intellettuali, giornali e romanzi nella Napoli dell’Ottocento. Mastriani.  (5)

  In tutte queste bibliografie abbiamo riscontrato alcune imprecisioni, errori e ripetizioni. Il certosino lavoro di ricerca effettuato da noi discendenti diretti del romanziere, Emilio e Rosario, ci ha permesso di stilare una bibliografia abbastanza corretta, documentabile dal fatto che tutti i 105 romanzi segnati nella bibliografia proposta, sono in nostro possesso, e molti di essi, in svariate edizioni.

   L’unico dubbio che rimane riguarda il titolo La gente per bene; questo romanzo e menzionato sia da Francesco che da Filippo, ma al momento non siamo riusciti a reperire alcuna edizione né altra notizia. Rimane il dubbio che La gente per bene sia in realtà il rifacimento di un altro romanzo; forse de I figli del lusso o Oro e fango. Storia Infernale.

  La bibliografia che segue riguarda tutta la produzione di Francesco Mastriani giornalista e romanziere dal 1838 al 1891. L’attività giornalistica, che interessa gli anni 1838-1862, è stata inventariata quasi unicamente mediante lo spoglio sistematico dei giornali e periodici a cui collaborava.

   Un caso a parte è costituito da La Domenica (1866-1867), di cui Mastriani era «autore unico».

   Altra fonte di ricerca è stata la già citata biografia scritta dal figlio dello scrittore Filippo, Cenni sulla vita e le opere di Francesco Mastriani, in questa biografia Filippo fornisce dati interessanti al riguardo, indicando numerosi periodi letterarî sui quali suo padre  scrisse assiduamente sin dal 1837 (Gli Animosi) e almeno  fino al 1866-67(La Domenica). Alcuni articoli sono stati tratti dall’Opera di Francesco De Bourcard Usi e costumi di Napoli e contorni descritti e dipinti (6)

  In diversi romanzi di Francesco Mastriani, ci erano delle dediche , per lo più a personaggi femminili. Interessante quella del romanzo Erodiade dove tra l’altro leggiamo:

   «Schivo di dedicare i miei libri a’ potenti ed a’ ricchi, perciocché mai non discesi a cortigianerie di sorta, dedico a te Ersilia, questo mio umile libro, a tesimoniana di altissima stima e d’imperituro affetto; a te, nel cui cuore brillano di vivssima luce due grandi virtù del Cristiano, la Fede e la Carità» (7) .

   «A Lei, gentil Signorina, appassionata cultrice delle italiane melodi, offro e dedico questi ricordi storici di uno de’ più illustri compositori musicali del secolo scorso; il quale, come tanti altri grandi uomini di questo sventuratissimo paese, scontò, nelle infinite amarezze causategli dalla ingratitudine dei contemporanei, il peccato originale del genio. Gradisca,  egregia Signorina, questo mio umile omaggio a testimonianza di altissima stima».

   Questa dedica fu scritta nel romanzo Giambattista Pergolesi (8). E sempre in questo romanzo ci troviamo una interessante avvertenza dell’autore:   «Sul paese dov’ebbe i natali il Pergolesi sono discordi i suoi biografi: alcuni fanno nascere questo illustre compositore in Jesi, d’Ancona; altri a Casoria, circondario di Napoli. Io mi attenni a questa seconda opinione, come quella che più giovava allo interesse del mio racconto.Mi si perdoni questo peccatuzzo veniale di municipalismo, come altresì qualche lieve mutamento di data, sempre in grazia dello interesse drammatico del mio racconto» (9) .

   «Gentil Signorina, A Lei pregiatissima allieva, e figlia d’un mio carissimo amico e dotto filologo (10) , a Lei, che a squisito sentimento congiunge la vivace immaginazione delle figlie della bella ed eroica Palermo, a Lei assidua e appassionata lettrice de’ miei poveri volumi, DEDICO questo mio novello lavoro, inteso a far guardinghe le bennate donzelle su le funeste aberrazioni del cuore, accolga con lieto viso questa umile testimonianza dell’ affettuosa mia stima; sii felice quanto io la desideri e ricordi sempre» (11) .

   Questa dedica fu scritta nel romanzo La polizia del cuore.

   Concludo questa breve rassegna delle dediche con quella che certamente fu per Francesco Mastriani, la più cara.

.

           ALLA MIA DILETISSIMA MOGLIE

                  CONCETTA MASTRIANI

                      A TESTIMONIANZA

               DÌ AFFETTO SALDISSIMO

                       E AD OMAGGIO

   DELLA ESEMPLARE ANNEGAZIONE

         OND’ELLA MECO SOPPORTA

               IN DIO RASSEGNATA

I TRAVAGLI D’UNA VITA NON PROSPERA

                            DEDICO

            LA QUARTA EDIZIONE

            DÌ QUESTO ROMANZO

            SOTTO ALTRO CIELO

CHE FU IL PRIMO CHE IO SCRISSI

E CHE PIÙ  DI OGNI ALTRO MIO LAVORO

                        LE PIACE (12)

.

.   (1) Filippo Mastriani, Cenni sulla vita e sulle opere di Francesco Mastriani, Napoli, Luigi Gargiulo, 1891.

   (2) ibidem.

   (3) Napoli, Silvio Morano Editore, 1914.

   (4) Napoli Edizioni Scientifiche Italiane, 1975.

   (5) Lecce, Mirella, 1987.

   (6) Napoli, Gaetano Nobile, 1853.

   (7) Vallo Lucano. N.Ferolla 1876. «A Ersilia Alizeri-Milano» p.5

   (8) Giambattista Pergolesi, G.Rondinella, 1874 «Alla ornatissima signorina Sofia Melchionna»

   (9) ibidem  «Avvertenza».

    (10) Sante Rocchetti-Torres, da Palermo.

   (11) G.Regina 1879. «Alla Ornatissima signorina Concetta Rocchetti-Torres da Palermo» p.3.

   (12) Francesco Mastriani. Sotto altro cielo. Napoli, Stab. Tip. Cav. Gennaro Salvati 1881.

.

BIBLIOGRAFIA DEGLI SCRITTI GIORNALISTICI    

.

BIBLIOGRAFIA DELLE OPERE TEATRALI

.

POESIE DI FRANCESCO MASTRIANI

.

BIBLIOGRAFIA DEI ROMANZI

.

   I seguenti 111 titoli sono tutti presenti nella collezione privata degli eredi Mastriani, alcuni dei quali in svariate edizioni.

   I romanzi pubblicati a dispense sul Roma, sono posseduti da noi eredi in versione digitale. Otto di questi romanzi, sono stati pubblicati da Guida-Editori di Napoli.

 

  1. Sotto altro cielo (1848)
    I edizione in volume, Napoli − 1847 (editore non trovato)
  2.  Un destino color di rosa. Romanzo comico (1850)
    Altro titolo Felice Fortunato Belcore alla ricerca di una disgrazia
    I edizione in volume, Napoli, G.Rondinella − 1857j
  3.   La Cieca di Sorrento  (1851)   
    I edizione in volume, Napoli, Tipografia dell’Omnibus − 1851
  4. Il mio cadavere (1851)
    I edizione in volume, Napoli, Tipografia dell’Omnibus − 1851
  5. Federico Lennois (1852)
    Seguito de Il mio cadavere – I edizione in volume, Napoli, R.Tramater − 1853
  6. La Comare di Borgo Loreto (1854)
    I edizione in volume, Napoli, a spese del Gabinetto Letterario – 1854
  7. Acaja o Il cuore di una giovinetta (1854)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1860
  8. Il Conte di Castelmoresco (1855)
    Altro titolo Armando – Asmodeo di Voltierra. I edizione in volume, Napoli, T.Guerrero e C. – 1855
  9.  Matteo l’idiota (1856)
    Altro titolo Un’eredità. I edizione in volume, Napoli, T.Guerrero – 1856-57
  10.  Angiolina o la corifea  (1857)
    I edizione in volume, Napoli, Tip. dell’Industria (Mariano Lombardi) – 1858-59
  11. Una figlia nervosa. Romanzo umoristico (1859-60)
    Altro titolo Il mal di nervi. I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1865
  12.  La poltrona del diavolo (1859)
    I edizione in volume, Napoli, G.Rondinella – 1861
  13.  Quattro figlie da maritare. Romanzo comico (1859-60)
    I edizione in volume, Napoli. G.Rondinella – 1861
  14.  Il materialista ovvero I misteri della scienza (1862
    I edizione in volume, Napoli, G.Rondinella – 1862
  15. I Vermi. Studi storici sulle classi pericolose in Napoli (1863-64)
    I edizione in volume, Napoli, Gargiulo – 1863-64
  16.  I Lazzari. Romanzo storico (1865)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1865
  17.  Le anime gemelle. Romanzo umoristico (1865-66)
    I edizione in volume, Napoli, G.Rondinella – 1865-66
  18. I figli del lusso. Seguito dell’opera I Vermi (1866)
    Altro titolo Oro e fango. Storia infernale. I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo − 1866
  19. La Brutta (1866-67)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo − 1867
  20.  La figlia del Croato. Romanzo storico (1867)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1867
  21. Le Ombre. Lavoro e miserie. Romanzo storico- sociale (1868)
    Altro titolo La figlia del forzato. I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo − 1868
  22. Eufemia ovvero Il segreto di due amanti. Fatto contemporaneo (1868)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1868
  23. I vampiri. Romanzo umoristico (1868)
    I edizione, Napoli, L.Gargiulo –1868
  24.  Una martire (1868) 
    I edizione in volume, Napoli, L. Gargiulo − 1868
  25.  Il figlio del diavolo (1869)
    I edizione in volume, Napoli, Achille Di Pierno – 1869
  26.  I misteri di Napoli. Studi storico sociali (1869-70)
    Altro titolo Pilato lo strangolatore. I edizione in volume, Napoli, G.Nobile – 1869-70
  27. Due feste al mercato (1870)
    Altro titolo Luigia Sanfelice. Memorie del 1799 
    I edizione in volume, Napoli, Stab. Tip. della Sirena – 1870
  28. Lo zingaro. Romanzo storico (1870-71)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1870-71
  29. Giovanni d’Austria. Romanzo storico (1871)
    I edizione in volume, Napoli, F.Perucchetti – 1871
  30.  L’ossesso. Cronaca del sec. XVII (1872)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1872
  31.  La Contessa di Montès (1873)
    Seguito della Cieca di Sorrento. I prima edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1873
  32. Arlecchino (1873)
    Altri titoli Il muratore della Sanità e Ridi buffone. I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1873
  33. Un muscolo cavo. Studi fisiologici su l’odierna società (1873-74)
    Altro titolo La trovatella. Romanzo sociale. I prima edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1876
  34. Giambattista Pergolesi. Romanzo storico (1874)
    I edizione in volume, Napoli, G.Rondinella – 1874
  35. Nerone in Napoli. Romanzo storico (1875)
    I edizione in volume, Napoli, F.Giannini – 1875
  36.  Il dottor Nereo o La catalettica (1876)
    I prima edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1877
  37. Jelma o La stella di Federigo II. di Svevia. Romanzo storico (1876)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1877
  38. Erodiade (1876)
    I edizione in volume, Vallo Lucano, N. Ferolla – 1876
  39. Homuncolo o I gesuiti e il Testamento. Cronaca napoletana del sec.XVII (1876)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1877
  40. La sepolta viva. Romanzo storico contemporaneo (1877)
    Altro titolo Cenere. I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1877
  41.  La rediviva. Romanzo contemporaneo (1876-77)
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1866-67
  42. Processo Cordier (1877)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1878
  43. Messalina. Romanzo storico (1877)
    I edizione in volume, Napoli, G.Sarracino – 1877
  44.  Fatum o I drammi di Napoli. Romanzo storico (1878)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1878
  45. La polizia del cuore. Romanzo storico contemporaneo (1878)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1878
  46. Le caverne delle Fontanelle. Cronaca del principio di questo secolo (1879)
    I edizione in volume, Napoli, F.Lubrano e D.Palmieri – 1879
  47. La maschera di cera. Romanzo storico contemporaneo (1879)
    Seguito della Polizia del cuore. I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1879
  48.  Le due sorelle (1879)
    I edizione in volume, Napoli, Regina – 1879
  49. Le memorie di una monaca (1879) 
    I edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo – 1879
  50.  Il Duca di Calabria (1879)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1879
  51. Emma o le ricchezze. Cronaca napoletana del principio di questo secolo (1879) 
    Seguito della Caverna delle Fontanelle. I edizione in volume, Napoli, Regina – 1879
  52. L’automa o La eredità del delitto (1879)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1880
  53. La signora della morte (1880)
    I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1880
  54. La figlia del muratore (1880)
    Altro titolo Storia di ogni giorno. I edizione in volume , Napoli, Ferrante – 1880
  55. Le sorti di due fanciulle. Cronaca napolitana del secolo scorso (1880)
    Altro titolo La storia di due fanciulle. I edizione in volume, Napoli, G.Regina – 1880
  56. Il bettoliere di Borgo Loreto (1880)
    Altro titolo Ciccio ossia Il bettoliere di Borgo Loreto
    I edizione in volume, Napoli, Stamperia Governativa – 1880
  57. La spia (1880)
    I edizione in volume, Napoli, Stamperia governativa – 1883
  58. Il fantasma (1880-81)
    I edizione in volume, Napoli, Stamperia Governativa – 1881
  59. Il largo delle baracche (1881)
    I edizione in volume. Napoli, Stamperia Governativa – 1882
  60.  La sonnambula di Montecorvino (1881)
    Altro titolo Peppe il brigante di Sora. I edizione in volume, Napoli, Stamperia Governativa – 1883
  61. La Medea di Porta Medina (1881)
    I edizione in volume, Napoli, Stamperia Governativa – 1882
  62.  L’ebreo di Porta Nolana (1881)
    I edizione in volume, Napoli, Salvati – 1881
  63. Il Signor Bruno (1882)
    Altro titolo Il ratto di Laura. I edizione in volume, Napoli, Stamperia Governativa – 1887
  64. Il barcaiuolo d’Amalfi (1882)
    I edizione in volume, Napoli, Stamperia Governativa – 1883
  65. Maddalena ovvero La figlia adottiva (1882)
    seguito del Barcaiuolo d’Amalfi. I edizione in volume, Napoli, G.Salvati – 1905
  66. L’assassinio in via Portacarrese a Montecalvario (1882)
    I edizione in volume, Napoli, Guida Editori – 2018
  67. Il dramma della montagna (1882)
    I edizione in volume Napoli, G.Salvati – 1887
  68. Giovanni Blondini. Memorie d’ un artista (1882)
    I edizione in volume, G.Salvati – 1882
  69. La pazza di Piedigrotta (1882)
    I edizione in volume, Napoli, Salvati – 1882
  70. Karì-Tismè . Memorie di una schiava (1882-83)
    I edizione in volume, Napoli, Guida Editori, 2019
  71. Caterina la pettinatrice in via Carbonara. Romanzo napoletano (1883)
    I edizione in volume, Napoli, M.Marzano (senza anno)
  72. Una chioma di sangue (1883)
    I edizione in volume, Napoli, G.Salvati (senza anno, forse 1887)
  73. Compar Leonardo di Pontescuro (1883)
    In appendice del Roma – 1883
  74. La maledetta (1883)
    Altro titolo Una passione fatale. I edizione in volume, Napoli, G.Salvati – 1883
  75. Carmela (1883-84)
    I edizione in volume, Napoli, Guida Editori – 2017
  76. Le due gemelle (1884)
    In appendice del Roma – 1884
  77. Il suicida (1884)
    In appendice del Roma – 1884
  78. La gente per bene (1884)
    Questo romanzo è menzionato nell’autografo Elenco de’miei romanzi, ma al momento non siamo riusciti a reperirne alcuna edizione né altra notizia. Potrebbe trattarsi di un altro titolo di I figli del lusso o Oro e fango. Storia infernale
  79. Il cocchiere della Carità (1884)
    In appendice del Roma – 1884
  80. L’orfana del colera (1884-85)
    In appendice del Roma – 1884-85
  81. Lucia la muzzonara (1885)
    In appendice del Roma – 1885
  82. Il campanello dei Luizzi. Cronaca napolitana del 99 (1885)
    In appendice del Roma – 1885
  83. Povero cuore! (1885)
    In appendice del Roma – 1885
  84. Pasquale il calzolaio del Borgo Sant’Antonio Abate (1885-86)
    I edizione in volume, Napoli, Guida Editori – 2019
  85. Bernardina (1886)
    Seguito di Pasquale il calzolaio. In appendice del Roma – 1886
  86. La jena delle Fontanelle (1886)
    I edizione in volume, Napoli, Guida Editori – 2017
  87. Cosimo Giordano e la sua banda. Episodii del brigantaggio del 1861 (1886)
    In appendice del Roma – 1886
  88. Il figlio del mare (1886-87)
    In appendice del Roma – 1886-87
  89. Il parricida ovvero Il capraio di Ottocalli (1887)
    In appendice del Roma – 1887
  90. La figlia del birro ovvero La polizia napolitana sotto il regno di Francesco I. (1887)
    In appendice del Roma – 1887
  91. L’occhio del morto (1887)
    In appendice del Roma – 1887
  92. Fior d’arancio la cantatrice di Mergellina (1887-88)
    In appendice del Roma – 1887-88
  93. Tobia il gobbetto (1888)
    Seguito di Fior d’arancio. In appendice del Roma – 1888
  94. I due furieri. Episodii della vita militare (1888)
    In appendice del Roma – 1888
  95. Il talamo di morte (1888)
    I prima edizione in volume, Firenze, Salani – 1927
  96. Rosella la spigaiola del Pendino (1888)
    I edizione in volume, con il titolo La spigaiola del Pendino, Napoli, Guida Editori – 2017
  97. Pioggia d’oro (1889)
    In appendice del Roma – 1889
  98. Il brindisi di sangue (1889)
    I edizione in volume, Napoli, L.Angelilli – 1893
  99. Giosuè il marinaio di Pozzuoli (1889)
    In appendice del Roma – 1889
  100. La malavita (1889-90)
    I edizione in volume, Napoli, Guida Editori – 2016
  101. Forza morale (1890)
    In appendice del Roma – 1890
  102. La figlia del boscaiuolo (1890)
    Altro titolo I mostri della campagna. In appendice del Roma – 1890
  103. Il padrone della vetraia all’Arenaccia (1890)
    Altro titolo La Carolina della Pignasecca. In appendice del Roma – 1890
  104. Paolo Retti. Storia di un genio (1890)
    In appendice del Roma – 1890
  105. I delitti dell’eredità (1891)
    In appendice del Roma – 1891
  106. La nonna (1891)
    In appendice del Roma – 1891                                                                                                                                                                                                                                                                    .
  107. Novelle scene e racconti (1867)
  108. Fisiologia delle feste da ballo 
  109. L’eruzione vesuviana del 26 aprile 1872                                                                                                                                                                                                                                                .
  110. L’amore  (1879)
  111. Elogio funebre di Vittorio Emanuele II (1878)
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

34 pensieri su “Bibliografia dei Romanzi di Francesco Mastriani”

  1. Iniziativa lodevolissima per conoscere finalmente con cognizione di causa un grande verista della letteratura italiana. Spero che pubblicherete quanto più possibile di un autore che continuo ad apprezzare romanzo dopo romanzo.
    Grazie !
    Riccardo

    1. Grazie Riccardo per il tuo apprezzamento nei riguardi del nostro avo Francesco Mastriani; dopo l’uscita dei primi tre inediti del romanziere napoletano, La malavita, La jena delle Fontanelle e Carmela, è di prossima pubblicazione, a novembre, sempre per Guida-Editori, un altro inedito dal titolo Rosella la spigaiola del Pendino; ci stiamo impegnando affinché vedano la luce tutti e 32 i romanzi inediti di Francesco Mastriani. Ti chiedo se c’è qualche romanzo in particolare del nostro avo che ti ha colpito. Ciao e grazie ancora. Rosario Mastriani

      1. Salve Rosario,
        sono un appassionato di letteratura dell’Ottocento per cui conosco piuttosto bene il romanzo naturalista e d’appendice francese, quello sociale e vittoriano inglese, oltre al verismo italiano. Devo però confessare che l’impatto emotivo di tutti i romanzi del tuo illustre avo, superi di molto quello dei vari Dickens, Trollope, Collins, Balzac, Sue, Dumas, Zola, ma anche dei nostrani Serao e Verga. Ovviamente lo stile di Francesco Mastriani risente dell’influsso del romanzo francese, ma l’approccio giornalistico dei suoi romanzi rende la commistione … insuperabile. Sono lieto che non abbiate italianizzato alcuni termini ormai desueti, in questa maniera si assapora integralmente l’arte di Mastriani. Il primo mio approccio e’ stato con I Misteri di Napoli, una versione originalissima e napoletana de I Misteri del Popolo di Eugene Sue (non ho trovato molte affinità invece con I Misteri di Parigi) per poi passare a quel poco disponibile sul mercato (I Vermi, I Lazzari, Il Mio Cadavere, La Cieca di Sorrento, La Poltrona del Diavolo, Il Bettoliere … ecc.). Sicuramente La Cieca di Sorrento, sebbene il romanzo più popolare, risulta a mio avviso il più stucchevole e prevedibile. I Misteri di Napoli come I Vermi, sono dei capolavori. Adesso queste nuove tre chicche di grandissimo interesse. La Malavita che integra I Vermi, Carmela molto intrigante e il più vicino a qualche personaggio dei Misteri, mentre la Iena che si ispira ad un ennesimo romanzo di Sue, ossia L’Ebreo Errante.
        Occorrebbe maggiore pubblicità a questi romanzi, la Feltrinelli ad esempio ha acquisito “d’ufficio” soltanto una copia de La Malavita, poi null’altro …
        Andate avanti, io acquisterò tutto ciò che proporrete !
        Grazie, Riccardo

        1. Ciao Riccardo, ho letto con piacere ed interesse il tuo pensiero su Francesco Mastriani, e ti ringrazio per le belle parole che hai dedicato a questo dimenticato e sfortunato scrittore napoletano, che non riesce ancora a trovare un posticino nella letteratura italiana, ma che sicuramente è da considerare il verista per eccellenza della realtà napoletana. Mi fa piacere che hai apprezzato il fatto che non abbiamo italianizzato alcuni termini desueti; devo confessarti che eravamo indecisi se lasciare integrale il testo dei romanzi o apporci delle modifiche linguistiche. Alla fine abbiamo deciso di lasciarli così come li scrisse Mastriani e penso che ci abbiamo “azzeccato”. Ti dico che io e un mio cugino, Emilio, entrambi discendenti diretti di Mastriani, ci stiamo impegnando affinché il nostro avo esca dal dimenticatoio culturale dove lo hanno relegato. Nostra intenzione è di far pubblicare tutti i trentadue inediti del romanziere ( uscirono solo in dispense sul quotidiano Roma), ma il nostro proposito è anche di far pubblicare altri romanzi del narratore, poco conosciuti, ma altrettanto validi. Noi eredi Mastriani possediamo l’intera collezione dei romanzi del nostro avo che, ti ricordo, scrisse ben 105 romanzi. Ci stiamo anche impegnando ad organizzare qualche cosa di importante in occasione del bicentenario della sua nascita che cadrà il 23 novembre 2019. Intanto ti comunico che per la metà del prossimo mese di novembre stiamo organizzando un Convegno sulla vita e le opere di Francesco Mastriani, presso il Liceo Cirillo di Aversa, istituto in cui egli insegnò letteratura italiana dal 1874 al 1878. Se sei interessato ad intervenire alla manifestazione ne saremo lieti, per cui se ci comunichi i tuoi recapiti, telefonico o indirizzo e-mail, ti terremo informato sulla data precisa e gli orari dell’evento. Hai pure ragione nel dire che occorrerebbe dare maggiore pubblicità a questi inediti che stanno vedendo la luce in questi mesi, noi facciamo quanto è nelle nostre possibilità, ma contiamo molto sull’aiuto di persone che come te, leggono e apprezzano i romanzi di Mastriani e di conseguenza li pubblicizzano. Grazie ancora da Rosario

  2. Beh .. io sto facendo a passa parola nella mia città, poi per esempio per Carmela, che potrebbe anche avere un seguito femminile maggiore, ne sto parlando in alcuni siti di appassionate della letteratura ottocentesca inglese e francese. Insieme ai quei libri, perché non appassionarsi a ciò che e’ la nostra Storia ?

    1. Ciao Riccardo, il Convegno di Aversa è andato abbastanza bene; la cosa più bella è stato lo scoprire che ci sono tante persone, anche giovani, che sono interessate a Francesco Mastriani e alle sue opere. Ti comunico che è stato edito, sempre da Guida-Editori, il quarto inedito del nostro avo e cioè “La Spigaiola del Pendino”. In verità il titolo corretto è “Rosella la spigaiola del Pendino”, ma l’editore si è preso l’iniziativa di cambiare il nominativo del romanzo contro la nostra determinazione di lasciare il titolo originale. Saluti. Rosario

  3. Mi sono appena imbattuto nella rete nel PDF di un romanzo di Francesco Mastriani dal titolo “Il Muratore” che in effetti sarebbe “Arlecchino” secondo la vostra preziosa bibliografia. Il romanzo scorre benissimo e cattura l’attenzione come tutte le opere del Mastriani, indipendentemente dagli anni trascorsi e dall’evoluzione della lingua …
    Spero esca presto in libreria il prossimo inedito in volume …
    P.S. Presso il giornale Roma i feuilletons erano accompagnati da illustrazioni?
    Cari Saluti
    Riccardo

    1. Ciao Riccardo, in effetti “Il muratore della Sanità” è il titolo con cui venne pubblicato, in appendice sul “Roma”,dal 20 settembre al 18 novembre 1890, il romanzo “Arlecchino”,prima edizione in volume, Napoli, L.Gargiulo, 1873, e che è stato pubblicato anche dall’editore Adriano Salani di Firenze nel 1922 col titolo di “Ridi buffone!”. Sul giornale “Roma” le dispense erano pubblicate senza illustrazioni, ma sicuramente in altri giornali ciò avveniva; noi eredi Mastriani possediamo una raccolta di dispense della “Sepolta viva” con illustrazioni di un artista il cui nome è Tacconi; ma non si riesce a capire in quale giornale venne pubblicata, forse in un quotidiano di Roma. È di prossima uscita, nel mese di novembre del corrente anno per Guida-Editori, il quarto inedito di Francesco Mastriani dal titolo “Rosella la spigaiola del Pendino”, non te lo perdere, è molto bello, con spaccati particolareggiati della realtà popolare napoletana settecentesca molto interessanti; sempre per detto mese, cioè nella mattinata del 24 novembre, si terrà presso il Liceo “Cirillo” di Aversa, un convegno sulla vita e sulle opere di Francesco Mastriani. Sarei estremamente felice se tu fossi presente, sarebbe l’occasione buona per conoscerci e scambiarci i nostri pensieri su uno scrittore, Francesco Mastriani che da quello che ho capito, stimi molto. Grazie ancora Rosario.

  4. Grazie mille Rosario,
    mi avrebbe fatto piacere partecipare, ma per diversi motivi potrò essere presente soltanto con il pensiero. A proposito di edizioni illustrate, io possiedo I Misteri di Napoli con bellissime incisioni nella versione ottocentesca della Sonzogno che aveva un catalogo dei migliori romanzi d’appendice francesi e tutti illustrati. Stranamente I Misteri di Napoli fa parte della collana, ma non compare però in catalogo e non fu mai più ristampato da questa casa editrice. Voi eredi sapete qualcosa sull’argomento ?
    Cari Saluti
    Riccardo

    1. Mi dispiace che altri impegni ti impediscano di essere presente. Sono sicuro che non mancherà in futuro l’occasione di conoscerci. Ti farò poi sapere com’è andato il Convegno di Aversa. Ciao e a presto risentirci. Rosario

  5. Appena completata la lettura di Arlecchino (Il Muratore della Sanità). Parecchi ingredienti l’avvicinano a I Misteri di Parigi di Sue, più di altri romanzi del Mastriani, compresi I Misteri di Napoli, versione partenopea dei Misteri del Popolo (anch’esso di Sue), con parecchie strizzate d’occhio a I Promessi Sposi del Manzoni. In attesa dei nuovi titoli editi da Guida Editori, ho iniziato la lettura di Acaja, romanzo interrotto presso la rivista L’Omnibus per uscire completo in volume qualche anno dopo. La novità principale nell’ambito degli scritti di Mastriani e’ rappresentata dal fatto che sia il resoconto di un amore della protagonista, attraverso le pagine del suo diario.

  6. Sono alla ricerca di notizie sul romanzo storico di Francesco Mastriani “Amori e delitti dei briganti Cipriano e Giona La Gala”. Posseggo l’edizione del 2004 di Imagaenaria d’Ischia Ponte. Vorrei tra l’altro sapere in che anno è stato pubblicato per la prima volta e dove.
    Rocco Biondi

    1. Ciao Rocco il romanzo storico che tu cerchi “Amori e delitti dei briganti Cipriano e Giona la Gala” non è stato scritto da Francesco Mastriani, ma da suo figlio Filippo.
      ciao Rosario

      1. Grazie. Ma l’abbaglio non è solo mio. Sul libro che posseggo, come autore vien dato Francesco e non Filippo. Molto probabilmente la “F.” si presta all’equivoco di attribuire opere del figlio Filippo e del nipote Federico al capostipite Francesco.
        Rocco

    2. Noi eredi Mastriani possediamo un’edizione in 23 dispense dell’Editore Tommaso Villani, via Marina Nuova 7 Napoli, 1907; possediamo anche l’edizione della Casa Editrice F.Bideri, Napoli, 1958. Rimango a disposizione per altre notizie riguardanti il nostro avo Francesco Mastriani.
      Rosario Mastriani

      1. Sì, in effetti non è questo l’unico caso in cui editori senza scrupoli, hanno usato questo sotterfugio di mettere la lettera “F” davanti al cognome Mastriani, sulla copertina dei libri, per dare ad intendere ai lettori che quel romanzo fosse opera di Francesco, mentre il vero autore era o il figlio Filippo o il nipote Federico. Questi soprusi editoriali il povero Mastriani li ha subito sia quando era in vita che dopo la sua morte. Ho visto con piacere che lei è interessato alle opere del nostro avo, così la informo che sono in corso di pubblicazione presso Guida-Editori di Napoli, grazie ad una iniziativa mia e di mio cugino Emilio, anch’egli discendente di Francesco, 32 inediti del narratore napoletano – quattro sono stati già pubblicati – e tra questi ci sarà anche uno che parla di brigantaggio: “Cosimo Giordano e la sua banda – Episodii del brigantaggio del 1861”. La informo pure che per Aracne-Editrice di Roma, è stato pubblicato il saggio “Che somma sventura è nascere a Napoli!” È una bio-bibliografia su Francesco Mastriani che il sottoscritto, mio cugino Emilio e la studiosa Cristiana Anna Addesso, abbiamo realizzato nel 2012, e nella quale abbiamo cercato di descrivere con esattezza e completezza la vita e le opere dello scrittore
        Rosario

        1. Ciao Riccardo, ti è piaciuto “La spigaiola del Pendino”? il prossimo inedito dovrebbe essere “L’assassinio in via Portacarrese a Montecalvario”, un giallo che avvenne nell quartiere dove nacque Francesco Mastriani: Montecalvario e nello stesso anno della sua nascita, il 1819!!! dovrebbe essere in libreria per il mese di maggio. Ciao Rosario

  7. Ciao Rosario,
    da oltre un mese ho ordinato presso Mandadori il volume Kari-Tisme’, ma benché disponibile, non è mai arrivato nonostante almeno 4 solleciti. Che tu sappia vi sono problemi di distribuzione ?
    Grazie, presto
    Riccardo

    1. Ciao Riccardo, non credo che ci siano problemi di distribuzione. Pensa, io lo ordinai in una libreria di Sassuolo ( abito a Fiorano Modenese), e mi arrivò dopo una settimana! Per i prossimi libri ti consiglio di andarli a comprare alla ” Botteguccia del libro”, una piccola libreria che si trova in via Domenico Capitelli 39 ( nei pressi di Piazza Gesù Nuovo a Napoli), gestita dal signor Vincenzo Uliva, uno squisitissmo e cortese libraio. Intanto ti segnalo che per questa estate stanno per uscire altri due inediti di Francesco Mastriani: “Pasquale il calzolaio del Borgo Sant’Antonio Abate”, sempre per Guida-Editori, e “Cosimo Giordano e la sua banda. Episodii di brigantaggio”, per D’Amico Editore. Come ti sembra questa collana degli inediti di Mastriani, che stiamo curando io e mio cugino Emilio? mi piacerebbe conoscere un tuo giudizio. Ti saluto cordialmente. Rosario Mastriani

  8. Ottima notizia quella dei nuovi titoli.
    Per Kari-Tisme’, non essendo di Napoli, vedrò di ordinarlo direttamente tramite IBS.
    Mi incuriosisce molto il rapporto di Francesco Mastriani con il fratello. Vi sono tracce importanti del loro rapporto al fuori dagli aspetti privati ?
    Grazie
    Riccardo

    1. Ciao Riccardo. Hai scritto che t’incuriosisce il rapporto di Francesco Mastriani con il fratello. Ti ricordo che il mio avo era terzo di sette figli; aveva 4 fratelli ( Giuseppe, Ferdinando, Giovanni e Raffaele) e due sorelle (Marianna e Rachele). Inoltre aveva anche due fratellastri: Giovanni e Vincenzo, in quanto sua madre Teresa Cava, aveva sposato in prime nozze Raffaele Ciardullo. A quale fratello ti riferisci?
      Ora toglimi tu una curiosità. Hai scritto che non sei di Napoli: qual è la tua città?
      Ti saluto cordialmente. Rosario Mastriani

  9. Mi riferisco al maggiore dei fratelli, Giuseppe Mastriani, lo studioso della famiglia e un po’ padre dell’antropologia moderna, seppure Francesco lo si possa definire anche lui uno scienziato di “studi sociali” come Balzac, Sue e successivamente Zola. Mio conterraneo era Luigi Napoli, anche lui feuilletonista riscoperto soltanto di recente.

    1. Ciao Riccardo, penso che tra Francesco e il suo fratello maggiore Giuseppe ci sia stato un rapporto di reciproca stima oltre che di affetto fraterno. Francesco dedicò uno dei suoi romanzi sociali più importanti “I lazzari”, a suo fratello Giuseppe “A te, amatissimo fratello, dedico nuovamente questo mio lavoro (siccome feci nella prima edizione pe’tipi del Gargiulo), a testimonianza di affetto e di sincera stima pel severo culto della verità e della ragione da te serbato in tempi difficili e perversi, in cui la simulazione e l’ipocrisia sono, per così dire, levate al posto di civili virtù”. si legge nella dedica di Francesco.
      “MIO DILETTISSIMO FRATELLO Io ti ringrazio sinceramente di questa nuova testimonianza alla nostra fraterna affezione; la quale accetto assai volentieri, e te ne so grado infinito!. E questa frase è nella risposta di Giuseppe. Le due dediche le ho riportate nella bibliografia, appunto nel romanzo 16. “I lazzari”.
      Giuseppe forse voleva tentare anche a scrivere dei romanzi, ma come fa notare suo figlio Federico, in una nota per suo padre, in un suo libro “Pasquale Passaguai” : Incomplete poi ha lasciato MEDICINA MORALE, opera di gran lena, che avrebbe dato novello indirizzo alla fisiologia morale: CONVULSA, romanzo psicologico, che non completò perché gli pareva d’invadere il campo tenuto con tanto onore dal fratello Francesco”. (anche questa notizia la puoi trovare nella Genealogia – Prima Generazione.
      Pùò anche darsi che in seguito i rapporti tra i due fratelli si siano deteriorati un po’ a causa di Federico, figlio di Giuseppe e quindi nipote di Francesco, che non si comportò in modo etico nei riguardi dello zio! “Il libraio Chiurazzi comperava da mio nipote Federico una novelletta, un racconto, un romanzetto qualunque che si facea scrivere appositamente; e su la copertina del libercolo ponea F.Mastriani per dare a credere al rispettabile pubblico che quel romanzetto fosse pure opera mia; giacché quella F… iniziale s’intendea sempre per Francesco”. Si legge nella prefazione di Francesco Mastriani nel suo libro “Sotto altro cielo”; e pure questa notizia la puoi leggere nella bibliografia di questo sito.
      Dunque se tu sei conterraneo di Luigi Natoli. Alias William Galt, sei siciliano, giusto? Ma di quale città?
      Ciao Riccardo, mi fa sempre piacere leggerti; ti saluto cordialmente. Rosario Mastriani

  10. In effetti, una certa differenza fra Giuseppe e Federico. Avevo letto di questo genere di sotterfugi per altri autori (es. Salgari), ma di norma non a causa di parenti e con lo scrittore ancora in vita. Natoli l’ho citato per il romanzo popolare, sebbene io sia catanese, quindi più vicino al Verga.
    Ho visto che è già in vendita anche il successivo romanzo edito da Guida … peccato che Kari-Tisme’ non sia mai arrivato. Devo cancellare l’ordine alla Mandadori e muovermi diversamente. Prenderò entrambi in altra maniera …
    Continuo a ringraziare voi eredi per la lodevole iniziativa.
    Saluti
    Riccardo

    1. Ciao Riccardo, mi dispiace che trovi difficoltà nell’acquistare gli inediti di Francesco Mastriani editi da Guida-Editori. Dopo Karì-Tismè. Memorie di una schiava, in questi giorni è uscito anche Pasquale il calzolaio del Borgo Sant’Antonio Abate, sempre per Guida-Editori. Se vuoi, i libri che non riesci a recuperare, te li posso spedire io. Se la cosa ti interessa, fammelo sapere, e poi ci mettiamo d’accordo sulla spedizione e sul prezzo, ti faccio anche lo sconto! Ciao ti saluto cordialmente. Rosario Mastriani

      1. A sorpresa ormai (ordine del mese di aprile) è arrivato il libro e ho subito prenotato in nuovo Pasquale il calzolaio. Spero siano più celeri. Un piccolo appunto: dovreste segnalare a Guida-Editori che nell’impaginazione diano maggior margine per la rilegatura. Il precedente riesce difficile da leggere proprio perché il testo risultava troppo vicino al dorso. In questo romanzo il margine è leggermente maggiore, ma basterebbe impostare il programma con 1 cm in più a sinistra (comando rilegatura). Grazie per la cortesia nel venirmi incontro.
        Saluti
        Riccardo

  11. Arrivato anche l’ultimo romanzo appena edito, forse intitolabile più che Pasquale il calzolaio … la Sicilianella, dato che a leggere la tua postfazione è proprio lei la protagonista indiscussa. Non un personaggio positivo, ma una donna dalle molte sfaccettature. Margine di rilegatura sufficiente, quindi leggibile.
    Cosa ci dobbiamo aspettare come nuovi inediti?
    A presto
    Riccardo

    1. In effetti anche Claudina la Sicilianella è stata la protagonista del racconto; ma Francesco Mastriani ha preferito titolarlo il romanzo con un altro protagonista, sempre siciliano, Pasquale Morfi. I prossimi inediti in corso di stampa sono «Lucia la muzzonara», sempre per Guida-Editori; e «Cosimo Giordano e la sua banda. Episodii di Brigantaggio», e probabilmente «Giosuè il marinaio di Pozzuoli», per D’Amico-Editore.
      Ciao Riccardo, ti saluto cordialmente.
      Rosario Mastriani

Scrivi un Commento a rosario Cancella Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.